Cosenza: elezioni amministrative, Occhiuto oltre ogni aspettativa

E’ stata una lotta impari: solo contro tutti. Sembrava una follia, doversi battere contro le “casate” politiche storiche della città. E invece, a volte, Davide sconfigge Golìa. Lo fa con l’intelligenza e con la saggezza, ma lo fa anche con una campagna elettorale pacata, che ha puntato tutto sui contenuti. Sulle opere, sui fatti. Non sullo scontro verbale. Mai sulle offese. Ed è la seconda volta che Mario Occhiuto, a questo punto confermatosi gentleman della politica, gioca bene le sue carte. E vince. Ma soprattutto, convince. Convince la città di Cosenza, che, evidentemente, non ha perdonato a quei 17 consiglieri comunali di aver mandato a casa un sindaco che, dopo anni, ha finalmente dato lustro e sviluppo a questa città. Convince la città per le opere, vere, tangibili, realizzate. E convince per quelle che stanno per essere inaugurate. Convince per un progetto che punta tutto sul turismo, la cultura, lo sviluppo ragionato. Convince perchè non fa le solite promesse. Convince perchè questo sindaco fa una cosa che appare rivoluzionaria: ascolta la città. E non vuole i big della politica nazionale al suo fianco. Se la gioca da solo. E porta in Comune i cittadini. Se questa non è una rivoluzione, poco ci manca.

Potrebbero interessarti anche...