Cosenza: droga ed usura, 8 arresti nel cosentino e nel reggino

Facevano parte di due distinti gruppi di spacciatori, le otto persone arrestate dalla Guardia di Finanza di Cosenza, che ha così spezzato un fiorente traffico di stupefacenti tra Cosenza e Rende. Tre di loro sono finiti in carcere. Gli altri 5, incensurati, sono ai domiciliari. I due gruppi sono stati individuati grazie ad un cliente comune, controllato anche con tecnologie satellitari. La droga veniva acquistata sul tirreno cosentino, a Cetraro, e a Reggio Calabria e trasportata da studenti incensurati. Ed erano proprio gli ambienti studenteschi quelli in cui poi veniva venduta. Il gruppo che operava in città stava anche facendo il grande salto: parte dei proventi venivano reimpiegati per prestiti usurari, con interessi del 20% mensile e fino al 180% all’anno. Alcuni clienti sono stati più volte minacciati. Le indagini continuano, perchè ancora all’appello manca qualche spacciatore.

Potrebbero interessarti anche...