Paola: donna uccide il figlio e tenta il suicidio, salvata


Finisce in tragedia la fuga di Daniela Falcone, la donna di 43 anni, di Rovito, nella presila cosentina, che aveva fatto perdere le sue tracce sabato scorso, scomparendo con il figlio Carmine, di soli 11 anni, appena uscito da scuola. Il figlio, purtroppo, è morto, ucciso dalla madre. La donna, dopo aver tentato di suicidarsi, è stata salvata. L’auto con a bordo madre e figlio è stata trovata in una zona di montagna, nei pressi della vecchia strada che collega Cosenza a Paola, nella zona della Crocetta. Ecco il racconto di chi ha fatto la scoperta. Il ragazzo è stato ucciso con delle forbici, che gli hanno procurato una profonda ferita alla gola. Sul posto è arrivato anche il padre del piccolo. Pare che tutta la vicenda abbia avuto origine da una lite che la donna aveva avuto con suo marito, per motivi di gelosia. L’uomo, infatti, le avrebbe confessato di avere una relazione con un’altra donna. Dopo aver litigato per tutta la notte con il marito, sabato mattina Daniela Falcone ha deciso di recarsi a scuola e di prendere il figlio, insieme al quale si è allontanata, recandosi dapprima nella zona della Sila. Poi il cambiamento di percorso e la terribile decisione di uccidere il figlio, per poi tentare il suicidio.

Potrebbero interessarti anche...