Cosenza: concussione, 2 arresti, anche dirigente Calabria Verde


I carabinieri forestali del Reparto Parco Nazionale della Sila hanno eseguito due misure cautelari di arresti domiciliari nei confronti di un dirigente di Calabria Verde, ente in house della Regione Calabria, e di un libero professionista per il reato di concussione in concorso. Gli arrestati sono la dirigente di Calabria Verde Antonella Caruso, 53 anni, e l’agronomo Salvatore Procopio, 60 anni. Secondo l’accusa, sarebbe stata pagata una tangente di 20.000 euro per ottenere il rilascio di un’autorizzazione boschiva. La Caruso avrebbe spinto, nell’ottobre scorso, un giovane imprenditore di 35 anni, Antonio Spadafora, a pagare per vincere l’appalto di un lavoro di disboscamento. Il ruolo di Procopio sarebbe stato quello di intermediario.

Potrebbero interessarti anche...