Cosenza: Comune, Rampini spiega l’economia a Confluenze


Il chiostro di San Domenico a Cosenza, per la sezione “I Beni parlati” di “Confluenze – Festival delle Invasioni 2017”, ha ospitato Federico Rampini, giornalista e saggista che, per spiegare l’economia mondiale, ha creato un vero e proprio spettacolo, dal quale è poi è nato un libro dal titolo “All you need is love”, ovvero l’economia spiegata con i Beatles. Rampini, affiancato dalla cantante Roberta Giallo e dal maestro Valentino Corvino, per circa due ore, ha analizzato la crisi economica e immaginato un futuro migliore proprio attraverso alcuni dei brani più famosi e indimenticabili dei Beatles. Prima di lui, ad assumere i Beatles come modello di business è stato Steve Jobs, il fondatore della Apple. Rampini è andato oltre: i quattro ragazzi cresciuti nella Liverpool povera degli anni ’50, nel suo spettacolo diventano una vera e propria start-up di successo: grazie alla loro musica e alle loro canzoni assurgono verso una realtà diversa, fatta di successo e di ricchezza. La lezione di Rampini è un perfetto manuale di storia del rock, attraverso cui legge tanti cambiamenti epocali ed analizza la storia dell’economia dagli anni ’50 in poi. Rampini, analizza poi il fenomeno della globalizzazione odierna e il radicale cambiamento culturale imposto al mondo proprio dai Beatles, che nel 1968 approdarono in India. Rampini, riporta, poi, con l’esecuzione di Yesterday, l’attenzione sul nostro costante rapporto sentimentale con il passato e con le ansie che abbiamo verso il futuro. “Usare una musica così universale è un modo per accompagnarci con dolcezza lungo una riflessione obbligata”, sostiene Rampini. La straordinaria avventura dei Beatles può essere letta in molti modi. Rampini la usa non tanto per raccontare il mondo com’era, ma per provare ad immaginare come sarà o come potrebbe essere.

Potrebbero interessarti anche...