Cosenza: c’è una cura tutta italiana per l’Aids


Ha scoperto un vaccino che non ha effetti collaterali. E che cura la “malattia del secolo”, come si diceva quando ancora si parlava di Aids. Oggi se ne parla poco. Ma la malattia c’è. Arnaldo Caruso è docente di Microbiologia all’Università di Brescia. Ma è cosentino. Con estrema semplicità ci parla della sua scoperta. Il vaccino sarà presto sperimentato anche all’estero, dopo che in Italia ha dimostrato tutta la sua valenza. Il prof. Caruso ha un ottimo rapporto con Robert Gallo, il primo a studiare l’Hiv. E ci tiene a sottolineare che i risultati della ricerca sono da attribuire anche al suo staff, fatto di ricercatori giovanissimi, molti dei quali calabresi.

Potrebbero interessarti anche...