Cosenza: cantiere abusivo sequestrato dal Nucleo Decoro Urbano


E’ proprio d’estate che, con la città semideserta, si raggiunge il picco dell’abusivismo. Questo lo sa, però, anche il Nucleo Decoro Urbano della polizia municipale di Cosenza. Che controlla a tappeto la città. E questa volta ha scoperto e sequestrato un cantiere edile che non aveva alcuna autorizzazione, in piazza Arnaldo Schettini, nell’ultimo lotto di Via Popilia. Il cantiere si trovava su un reliquato di terreno destinato a spazio pubblico, dove però alcune persone stavano costruendo un manufatto in laterizi. Quest’anno, per volontà dell’Amministrazione Comunale e su disposizione del Comandante uscente Giovanni De Rose e del nuovo Comandante Giuseppe Bruno, proprio per scongiurare gli eventuali abusi edilizi o l’occupazione di spazi destinati a verde pubblico, l’Ispettore Luca Tavernise, Responsabile del Distacco del Nucleo Decoro Urbano della polizia municipale, ha intensificato i controlli su tutto il territorio, monitorando alcune aree “a rischio” con uno speciale drone aereo, che riesce ad individuare movimenti a terra da un’altezza di 70 metri. Inoltre l’intera zona di via Popilia ed altre parti del territorio sono state munite di un sistema di videosorveglianza che sarà in funzione dai primi giorni di agosto e sarà, per esempio, in grado di leggere una targa automobilistica da parecchie decine di metri di distanza. Quindi, tempi duri per gli abusivi!

Potrebbero interessarti anche...