Cosenza: aste giudiziarie truccate nella Sibaritide, 16 arresti

La “regolata” è arrivata dalla Guardia di Finanza, che dal 2017 sta indagando sulle aste giudiziarie truccate nell’area della Sibaritide. Sono 16 le persone arrestate, 9 finite in carcere e 7 ai domiciliari. In tutto 48 gli indagati nell’operazione “White Collar”, coordinata dalla Procura di Castrovillari. Una vera e propria organizzazione di colletti bianchi, composta da professionisti, avvocati, curatori fallimentari e qualche pregiudicato, che riusciva ad individuare chi aveva effettuato il bonifico a livello cauzionale per partecipare alle aste, contattandolo poi per dissuaderlo o farlo diventare invece un cliente. Le aste, secondo l’accusa, venivano così praticamente tutte pilotate e immobili e terreni finivano, anche a prezzi irrisori, solo ai clienti dell’organizzazione. Diversi professionisti delegati dalla magistratura avrebbero quindi lavorato contro la legalità e contro il sistema previsto dalla normativa vigente.

Potrebbero interessarti anche...