Cosenza: assoluzione Padre Fedele, parlano gli avvocati


Questo processo non si doveva proprio fare. Lo ribadiscono, in conferenza stampa, i legali di Padre Fedele Bisceglia, che è stato definitivamente assolto dall’infamante accusa di violenza sessuale che gravava su di lui. Padre Fedele ci ha sempre dato piena fiducia, hanno detto i suoi avvocati, sottolineando anche che l’ex frate ha perfino rinunciato alla prescrizione di una parte dei reati di cui era accusato, pur di arrivare alla piena assoluzione. I due avvocati rimarcano come siano riusciti a trovare, grazie ad un investigatore privato, un fascicolo, definito “criptato” perchè indicato solo da un numero e non da un nome, che ha dato la possibilità di arrivare all’inattendibilità della suora accusatrice. “L’anomalia della vicenda sta già nel fatto che, per una violenza sessuale, sono stati presentati 22 faldoni”, ha detto ancora Caruso, “ma se un fatto è vero, non c’è bisogno che di una denuncia”. Resta da chiarire se tutta la vicenda sia stata frutto di un disegno organizzato da qualche mandante, al momento rimasto nell’ombra. Adesso si pensa anche alla richiesta di un eventuale risarcimento. Quanto potrebbe essere ricavato sarà tutto devoluto ai poveri, è stato precisato. Ma si va oltre: potrebbe partire un procedimento per calunnia ai danni della suora. Gli avvocati di Padre Fedele disperano che l’Oasi Francescana possa tornare sotto la sua direzione. Ma invitano i cosentini ad aiutare il religioso a costruire la nuova struttura che sta sorgendo a Donnici. “Sapete che i soldi saranno ben impiegati”, ha detto Caruso. Che ha anche precisato, infine, che la condanna del segretario di Padre Fedele, Antonio Gaudio, deriva da un’accusa diversa.

Potrebbero interessarti anche...