Cosenza: amministrative, Forza Italia denuncia irregolarità in liste

Forza Italia ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno (e contemporaneamente è stata inoltrata un’istanza in autotutela alla commissione elettorale e, per conoscenza, al prefetto di Cosenza), firmata dai deputati Jole Santelli e Roberto Occhiuto, per possibili irregolarità nella presentazione di alcune liste che sostengono il candidato Guccione. Nel mirino ci sono diverse liste. Per quanto riguarda “Oltre i colori“, ispirata da Giacomo Mancini e vicina alle posizioni di Ala, il partito di Denis Verdini, secondo quanto sostengono i due parlamentari azzurri, che hanno chiesto e ottenuto l’accesso agli atti della commissione elettorale di Palazzo dei Bruzi, “i fogli di sottoscrizione della lista sono fotocopiati a colori e l’autentica apposta su fotocopia”. Cosa che non sarebbe regolare. Santelli e Occhiuto non hanno dubbi: “Ictu oculi è verificabile si tratti di fotocopia. La commissione ha risposto al rilievo verbale che suo compito è solo verificare l’esistenza dell’autentica, è responsabilità dell’autenticatore il contenuto della stessa. Autenticatore risulta il consigliere provinciale Franco Iacucci”. Da qui la richiesta al Viminale di verificare se la commissione elettorale “abbia inviato tali atti alla Procura della Repubblica per le determinazioni conseguenti”. Ma viene citata nell’interrogazione pure “Prima Cosenza“, altra lista di ispirazione verdiniana che vede tra i promotori Ennio e Luca Morrone. In questo caso, “in tutti gli atti secondari l’autentica è priva dell’indicazione del luogo della stessa, elemento necessario per la legittimazione dell’autenticatore”. E poi ancora “Orgoglio Brutio“: “questa lista risulta priva dell’atto principale”. Nell’interrogazione viene inoltre citata anche la lista del Movimento 5 Stelle, la cui autentica “è antecedente di un mese la data del documento”. I responsabili delle diverse liste citate negano, però, che ci siano irregolarità di qualunque tipo.

Potrebbero interessarti anche...