Cosenza: ambiente, la polizia municipale a caccia di amianto


I droni del Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale di Cosenza in questi giorni solcano i cieli, a caccia di amianto e di discariche abusive. L’eternit è un materiale estremamente pericoloso e si trova ancora in moltissimi manufatti e anche sui tetti di alcuni edifici. In sé, non è pericoloso, ma lo diventa quando inizia a degradarsi sgretolandosi, perché libera nell’aria delle particelle estremamente dannose per la salute. Per questo è stato vietato in Italia ed è obbligatorio procedere al suo smaltimento. La Regione deve censire tutti gli edifici pubblici e privati con coperture o manufatti in eternit, ricorda il Nucleo Decoro Urbano. E anche i proprietari dovrebbero segnalarne la presenza e provvedere alla sua rimozione attraverso ditte specializzate. Il Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale di Cosenza, diretto da Luca Tavernise, seguendo le linee guida del Comandante del Corpo, Giuseppe Bruno, sta monitorando dall’alto l’intera città con l’intento di arrivare ad una bonifica. Inoltre, sempre con l’ausilio del drone aereo, dopo numerose segnalazioni di alcuni cittadini per l’istallazione di un’antenna con “presunta” tecnologia 5G, è stato appurato che si tratta invece solo di una migrazione di una postazione di un ripetitore con tecnologia 4G, ponendo fine ad un inutile allarmismo che si era diffuso sui social.

Potrebbero interessarti anche...