Cosenza: altri 2 arresti per l’omicidio del parcheggiatore Messinetti

Mario Esposito

La Squadra Mobile della Questura di Cosenza ha arrestato due persone, ritenute corresponsabili della morte di Francesco Messinetti, il parcheggiatore cosentino picchiato a sangue e che poi mori’ il 3 aprile scorso. Si tratta di Mario Esposito, 28 anni, e Francesco Ciancio, 41 anni. Per lo stesso fatto erano gia’ stati arrestati Maurizio Rango e Ottavio Carolei. I fatti risalgono al 29 marzo, quando Francesco Messinetti era stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Cosenza con diverse ferite e fu ricoverato in stato di coma. Nell’immediatezza, le ferite riscontrate furono attribuite ad una caduta accidentale.

Francesco Ciancio

Il 3 aprile l’uomo pero’ mori’. Fu disposta l’autopsia sulla salma e si scopri’ che invece Messinetti era stato picchiato selvaggiamente con un corpo condundente, cosa che non fu denunciata neanche dai suoi stessi familiari. Il tutto sarebbe stato originato da una lite per una questione di parcheggio. Messinetti avrebbe parcheggiato la sua auto in un luogo che sarebbe stato invece “riservato” ad uno dei boss del quartiere. Anche grazie ad alcune intercettazioni ambientali, si giunse cosi’ ai primi arresti. I due arrestati di oggi, di fronte alle evidenze investigative a loro carico, avrebbero gia’ fornito parziali ammissioni sul loro coinvolgimento nella vicenda.

Potrebbero interessarti anche...