Corigliano Calabro: Operazione Fusion, 34 arresti per droga

Vasta operazione antidroga sullo ionio cosentino e nell’area della Sibaritide. I carabinieri hanno eseguito 34 ordinanze di custodia cautelare e altre cinque misure restrittive. L’operazione è stata denominata Fusion, dal nome di un locale di Villapiana. Le indagini, avviate nel settembre 2010 a seguito della morte del giovane venticinquenne Eros Milizia, morto per aver ingoiato 5 grammi di cocaina per eludere un controllo, hanno consentito, nel tempo, di arrestare 11 persone in flagranza di reato e sequestrare 800 grammi di stupefacente. Rinvenuta anche una pistola rubata, una Beretta 84. Nel corso degli accertamenti, inoltre, sono state denunciate altre 46 persone, tra cui molti pluripregiudicati vicini o organici a cosche della ‘ndrangheta. Le investigazioni hanno fatto rilevare che la droga veniva acquistata a Terzigno, a Pozzuoli o a Torre Annunziata. Per questo i militari hanno operato anche in Campania. L’arrestato è Andrea Ranieri, ritenuto il canale napoletano preferenziale per l’acquisto della cocaina e in collisione con le cosche della camorra, che avrebbero anche tentato di ucciderlo. I carabinieri hanno impegnato per l’Operazione Fusion 250 uomini e 70 mezzi.

Potrebbero interessarti anche...