Corigliano: lo dimettono dall’ospedale, minaccia di farsi esplodere

Il centro storico di Corigliano Calabro è stato per ore in allarme: un giovane si è barricato nel bagno di casa e ha minacciato di farsi esplodere. Ha infatti preso la bombola del gas dalla cucina e ha costruito con la carta igienica una rudimentale miccia, annunciando che le avrebbe dato fuoco. Si tratta di un trentenne, Giuseppe Visciglia, da tempo in cura presso il nosocomio cittadino. Era stato dimesso, ma lui non voleva affatto restare a casa. Per questo ha inscenato questa singolare forma di protesta, che ha tenuto tutta la città in apprensione. E’ stato lo stesso giovane ad avvertire i Carabinieri di quanto aveva intenzione di fare. I militari hanno subito isolato la zona. E sono arrivati anche i Vigili del Fuoco, che sono rimasti in allerta per ore. Tutti hanno cercato di convincerlo a desistere dalla sua protesta, che non sarebbe la prima del genere. Finalmente, il giovane si è convinto e ha lasciato entrare la madre. Poi è stato preso in consegna dai Carabinieri e dai sanitari, che lo hanno portato in ospedale.

Potrebbero interessarti anche...