Cosenza: ‘ndrangheta, arrestato il latitante capo degli “zingari”


Il boss della ‘ndrangheta Celestino Abbruzzese, 67 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Cassano Jonio. L’uomo, che si rifugiava nel tristemente noto quartiere detto Timpone Rosso, dove abitano molti appartenenti alle cosche locali, era latitante dal marzo scorso, dopo che era evaso dall’ospedale di Catanzaro, dove si trovava ricoverato per motivi di salute. Abbruzzese è stato condannato per associazione per delinquere di tipo mafioso e omicidio ed è ritenuto dagli investigatori il capo della cosca degli “zingari” di Cassano Jonio. Ci sono stati anche attimi di tensione tra i militari e le persone che volevano evitare l’arresto del latitante, tra cui numerosi familiari di Abbruzzese. Nel corso dei tafferugli, alcuni dei carabinieri sono stati strattonati e sono rimasti leggermente contusi. Soddisfazione per i recenti risultati è stata espressa dalla magistratura.

Potrebbero interessarti anche...