Corigliano Calabro: abbattuto box abusivo che impediva lavori pubblici


Un box abusivo ha impedito, per due anni, i lavori ad una strada di Corigliano. Adesso è stato abbattuto, grazie all’intervento della Guardia di Finanza. Il box impediva anche la realizzazione di una rotonda di grande rilevanza per lo sviluppo industriale della zona. I lavori erano stati sospesi nonostante un appalto già affidato per circa mezzo milione di euro. La costruzione abusiva apparteneva ad un’attività commerciale ambulante (che di fatto esercitava in forma stabile) per la vendita di alimentari. Sul retro del veicolo utilizzato dall’attività era stato realizzato un box metallico, di quasi 10 mq, fissato per bene al suolo ed incernierato al mezzo, utilizzato come magazzino dei frigoriferi e ricovero degli attrezzi. La struttura occupava abusivamente il suolo demaniale e, tra l’altro, era stata collegata illegalmente alla rete elettrica pubblica. Le fiamme gialle hanno informato dell’accaduto la Procura della Repubblica di Castrovillari, che ha disposto l’emissione dell’ordinanza di sgombero e denunciato a piede libero il responsabile per invasione di terreno pubblico e furto di corrente elettrica e di acqua.

Potrebbero interessarti anche...