Cetraro: un Consiglio comunale per le minacce al sindaco

“Caro Giuseppe Aieta, gli errori che hai fatto te li farò pagare con la vita”. C’era scritto così, in una lettera vergata a mano, in stampatello, accompagnata da due proiettili e fatta recapitare al sindaco di Cetraro. La sua è la città storicamente legata alla potente cosca della ‘ndrangheta dei Muto. Ma Aieta non si è scomposto. Ha indetto un partecipato Consiglio comunale, al quale sono intervenuti istituzioni e cittadinanza. Ed è convinto che Cetraro possa essere ben altro che una città nota solo per fatti criminali. Archiviato l’episodio, la vita normale ricomincia subito.

Potrebbero interessarti anche...