Cerisano: tanta gente alle serate del Festival delle Serre

Il Festival delle Serre di Cerisano, giunto alla 27ª edizione, si conferma nel panorama culturale calabrese l’evento di fine estate per eccellenza per aver saputo mettere insieme cultura, divertimento e promozione del territorio. Cinque giorni all’insegna delle arti, in cui è possibile godere della magia del teatro, della musica, degli incontri con gli autori e di colorati siparietti di animazione con mangiafuoco e burattinai. Cinque giorni in cui il borgo, le sue piazze e i suoi vicoli diventano un teatro a cielo aperto, dove gli attori protagonisti sono cittadini, turisti e visitatori. Già dalla prima serata si è respirata aria di entusiasmo per il tanto atteso ritorno del festival, che sta superando anche le più rosee previsioni con sold out in tutti gli spettacoli. Pienone nell’area cinema, posti esauriti nell’area talk di piazza Zupi dedicata alla presentazione di libri. Ingresso con grean pass e tutto esaurito nell’area Chiocciola, palcoscenico d’eccellenza di grandi artisti di casa nostra come Sasà Calabrese, Daniele Moraca e Dario De Luca, che hanno dedicato un omaggio a Lucio Dalla. Ancora Dario De Luca che insieme a Gianfranco De Franco ha proposto “Re Pipuzzu fattu a mano, melologo calabrese per tre finali”. Sold out anche a Palazzo Sersale nella serata che ha ospitato il sarcastico e irriverente Gene Gnocchi in una veste insolita di attore-cantante, con il suo Sconcerto Rock. Molto partecipato anche il concerto di Elisabetta Serio, dal titolo “Elisabetta Serio quartet in Te doy el gusto”. Tantissima partecipazione, musica, allegria, cultura, divertimento, atmosfere magiche: questa è la 27ª edizione del Festival delle Serre di Cerisano che, nonostante il rispetto di tutte le norme di sicurezza e le restrizioni legate al Covid, sta regalando giornate di gioia e di ritrovata condivisione a migliaia di persone.

Potrebbero interessarti anche...