Catanzaro: “Why Not”, tutti assolti i politici coinvolti


Due anni e sei mesi di reclusione per Giancarlo Franzè, coordinatore del consorzio Brutium. Lo ha stabilito la sentenza di primo grado emessa dal tribunale collegiale di Catanzaro nell’ambito del processo per associazione a delinquere scaturito dalla maxi inchiesta “Why Not”. Assolti, invece, per non aver commesso il fatto, i politici calabresi Nicola Adamo, Franco Morelli, Dionisio Gallo ed Ennio Morrone. Si tratta dell’ultimo troncone della maxi inchiesta sui presunti illeciti nella gestione dei fondi pubblici in Calabria, aperta nel 2006 dall’allora pm di Catanzaro Luigi De Magistris.

Potrebbero interessarti anche...