Catanzaro: spaccio tra Calabria e Campania, 11 arresti

La squadra mobile di Catanzaro ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 persone accusate di far parte di una banda di narcotrafficanti operativa nel capoluogo calabrese. Per un’altra persona e’ stato disposto l’obbligo di dimora. I componenti della banda, alcuni considerati vicini a cosche della ‘ndrangheta, secondo le indagini coordinate dalla Dda, si rifornivano di droga a Napoli ed erano riusciti a monopolizzare lo spaccio a Catanzaro, grazie ad alcuni soggetti di etnia rom stanziali da anni in citta’. Tra gli arrestati c’e’ anche un ex carabiniere, Giuseppe Maranzano, 43 anni, posto ai domiciliari con l’accusa di corruzione. Da tempo non prestava piu’ servizio, dopo essere stato riformato e posto in pensione. Secondo l’accusa avrebbe cercato di aiutare Alessandro Critelli, 35 anni, a cui l’ordinanza di custodia cautelare e’ stata notificata in carcere, ritenuto uno dei capi della banda, quando questi si trovava in difficolta’ per i controlli delle forze dell’ordine. ”Siamo intenzionati”, ha detto il procuratore aggiunto di Catanzaro, Giuseppe Borrelli, “ad andare fino in fondo sui casi di appartenenti alle forze dell’ordine infedeli”.

Potrebbero interessarti anche...