Catanzaro: si spala il fango e si attende la pioggia


Si spala, a Catanzaro. Si spala il fango, mentre le previsioni non promettono nulla di buono. I danni sono tanti, almeno 150 milioni di euro in tutta la provincia. C’è chi dice molti di più. Secondo alcune stime, dal 2008 la Calabria ha avuto danni per almeno un miliardo di euro a causa del maltempo. Ci sono case evacuate, colline a rischio smottamento, fiumi esondati, strade interrotte. Non bastano più i Vigili del Fuoco e le squadre della Protezione Civile, che sono arrivate da tutta la Calabria. La corrente elettrica è ritornata quasi dappertutto, ma intanto si annunciano lavori urgenti sulle condutture degli acquedotti, che sono state danneggiate. Interrotte le linee ferroviarie interne. E sono state chiuse anche le discariche di Alli e di Pianopoli, invase dalle acque. C’è il rischio concreto di uno stop nella raccolta dei rifiuti in decine di comuni di tutta la regione. Un danno nel danno. Ormai si fa prima a dire cosa è rimasto di funzionante, visto che tutto sembra paralizzato. Danneggiata anche una parte della nuova Strada Statale 106, che era stata inaugurata solo due settimane fa. Il paesaggio è desolante. Oggi più che mai si avverte come la Calabria necessiti di un continuo monitoraggio del territorio e di una costante difesa del patrimonio ambientale. Troppo violentata, questa terra. E adesso la natura sta prendendosi la sua rivincita.

Potrebbero interessarti anche...