Catanzaro: sequestro di beni e denunce a Fincalabra

La guardia di finanza di Catanzaro ha eseguito un sequestro preventivo per equivalente per oltre 1,8 milioni di euro, a danno di 5 persone, responsabili di “Fincalabra s.p.a.”, denunciati per concorso in peculato in relazione alla distrazione di ingenti fondi comunitari. Fincalabra è un ente in house della Regione Calabria, istituito a sostegno del sistema produttivo regionale. Le attività investigative, delegate alla guardia di finanza dalla procura di Catanzaro, hanno consentito di accertare la distrazione, in soli tre mesi (da fine agosto a metà novembre del 2015), di fondi di derivazione comunitaria per un valore di più di 46 milioni di euro, affidati in gestione a Fincalabra e che erano vincolati esclusivamente al finanziamento di progetti presentati da piccole e medie imprese. Il CdA pro tempore, invece, con il concorso dei dirigenti della Banca Widiba s.p.a. – gruppo Monte dei Paschi di Siena, avrebbe indebitamente utilizzato l’ingente somma per l’acquisto di variegati strumenti finanziari, sia nazionali che esteri, connotati da altissimo rischio, provocando in tal modo un ammanco nelle casse regionali di un importo pari a più di 1.800.000 euro.

Potrebbero interessarti anche...