Catanzaro: Regione Calabria, Oliverio denuncia presunte illegalità

Parte dei fondi destinati alle strutture socio-assistenziali della Calabria per il 2014 sarebbero stati destinati dalla passata amministrazione regionale a strutture che non avevano i requisiti per averli ed altri alla fondazione Calabria Etica per motivi che non sono specificati. A denunciarlo, in quella che hanno definito una “operazione verità e di affermazione della legalità”, sono stati il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e l’assessore alle politiche sociali, Carlo Guccione, che hanno anche annunciato l’invio dei documenti alla Corte dei Conti, riservandosi di trasmetterli alla Procura. Sarebbero emerse diverse irregolarità: per esempio, sarebbero state accreditate, fino al 2014, strutture senza alcun controllo della compatibilità con i limiti di spesa autorizzati dal bilancio e sarebbero stati finanziati voucher sociali senza alcun criterio.

Potrebbero interessarti anche...