Catanzaro: Regione, l’assessore Salerno incontra De Masi

Ha suscitato molto clamore l’ennesimo paradosso calabrese: c’è un’azienda di costruzioni meccaniche, quella di Antonino De Masi, che opera a Gioia Tauro, che ha annunciato che chiuderà i battenti il 10 luglio. Ma non perchè sia in crisi. Ma per “crimini di Stato”, come dice lo stesso De Masi, autore di numerose denunce contro i tassi usurari applicati dalle banche e vittima di innumerevoli intimidazioni da parte della criminalità. De Masi, dal 2006, non riesce ad avere un mutuo dal fondo antiusura. Adesso entra in campo, finalmente, la Regione Calabria. Non c’è che da sperare che, questa volta, qualcosa funzioni davvero e che De Masi, che dichiara di aver dato fondo, ormai, ad ogni risparmio, possa avere quei finanziamenti che gli toccherebbero per legge, visto che ne ha tutti i requisiti. Se mai la legge, però, funzionasse.

Potrebbero interessarti anche...