Catanzaro: Santa Tecla, 55 condanne, anche fratello ex sindaco

Si e’ concluso con 55 condanne, a pene variabili da un anno e quattro mesi a sedici anni di reclusione, e 15 assoluzioni il processo scaturito dall’inchiesta ‘Santa Tecla’ contro le cosche della ‘ndrangheta di Corigliano Calabro. La sentenza e’ stata emessa dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Catanzaro, Tiziana Macri’, davanti al quale si e’ svolto il processo con il rito abbreviato. A Mario Straface, fratello dell’ex sindaco di
Corigliano, Pasqualina Straface, e’ stata inflitta la pena di otto anni di reclusione. Il giudice ha disposto anche il rinvio a giudizio per tre imputati che sono collaboratori di giustizia. Il pubblico ministero della Dda di Catanzaro, Vincenzo Luberto, al termine della sua requisitoria aveva chiesto la condanna di 73 imputati a pene variabili da un anno a 27 anni di reclusione. Gli imputati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafiosa, estorsione, sfruttamento della prostituzione. L’inchiesta Santa Tecla aveva portato nel giugno scorso allo scioglimento del consiglio comunale di Corigliano Calabro. Per questo, l’ex sindaco, Pasqualina Straface, ha presentato ricorso al Tar del Lazio.

Potrebbero interessarti anche...