Catanzaro: ‘ndrangheta, Vincenzo Vitale arrestato in Lombardia


E’ stato seguendo la moglie e la figlia che si è giunti all’arresto del latitante Vincenzo Vitale, 40 anni, ricercato da un anno, dopo che era sfuggito all’arresto nell’ambito dell’operazione “Free Boat”, che aveva portato alla cattura di esponenti di spicco e affiliati della cosca Gallace-Gallelli della ‘ndrangheta. Da una settimana la polizia aveva intensificato i controlli nei confronti della moglie di Vitale, accorgendosi che la donna si stava preparando per un viaggio. Infatti si era sottoposta ad una serie di cure estetiche ed era pronta a partire con la figlia. Nonostante le due donne avessero lasciato i telefoni cellulari a casa, per evitare di lasciare tracce, gli agenti della squadra mobile di Catanzaro sono riusciti comunque a rintracciarle a Milano ed a seguire tutti i loro spostamenti. Fino ad individuare un appartamento sospetto a Magenta, dove si nascondeva il latitante. Arrestato anche un presunto fiancheggiatore del latitante, Emanuele Damiano, 37 anni. Sottolineata la sinergia importante che si è creata tra le diverse componenti delle forze dell’ordine.

Potrebbero interessarti anche...