Catanzaro: ‘ndrangheta, magistrati indagati per violazione segreto

Quattro magistrati in servizio nel distretto della Corte d’Appello di Catanzaro sono indagati dalla Dda di Salerno per aver violato i doveri di segretezza e riservatezza in relazione ad alcune inchieste su ‘ndrangheta e narcotraffico. Il gip di Salerno ha respinto la richiesta di applicazione della misura interdittiva nei confronti dei magistrati. Nell’inchiesta sarebbero coinvolti anche due funzionari della polizia e uno dei legali di fiducia di Pantaleone Mancuso, considerato il capo dell’omonima cosca di Limbadi, oltre allo stesso boss. L’inchiesta della Dda salernitana e’ stata avviata dopo che i carabinieri del Ros, nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Catanzaro sulle cosche del vibonese, hanno effettuato intercettazioni telefoniche ed ambientali e in alcune sarebbero stati registrati anche i dialoghi dei magistrati. La Dda di Catanzaro ha quindi trasmesso gli atti alla Procura di Salerno, competente ad indagare sui magistrati del distretto della Corte d’Appello catanzarese.

Potrebbero interessarti anche...