Catanzaro: ‘ndrangheta, arresti per appalti truccati ed estorsioni

L’operazione è stata denominata “Chimera” e ha portato all’arresto di 24 persone, ritenute legate alla cosca di ‘ndrangheta dei Cerra-Torcasio-Gualtieri di Lamezia Terme, con base operativa nella frazione Capizzaglie. Coinvolte anche 6 donne, alcune definite vere “menti pensanti” dell’organizzazione criminale, come Teresina Cerra, 75 anni, che sarebbe stata alla guida del sodalizio mafioso. La donna ed i componenti della sua famiglia, secondo gli investigatori, erano soliti fare acquisti nei negozi di Lamezia Terme senza pagare. Traffico di armi, condizionamento di appalti pubblici, traffico di droga ed estorsioni sono i reati contestati agli arrestati. L’inchiesta è stata coordinata dalla Dda di Catanzaro ed interessa anche la provincia di Firenze. Dalle indagini è emerso che la cosca della ‘ndrangheta dei Cerra-Torcasio-Gualtieri stava occupando gli spazi lasciati liberi dopo i numerosi arresti compiuti nei mesi scorsi nei confronti dei loro rivali. La cosca aveva già il controllo su numerose attività, come dicono diversi collaboratori di giustizia.

Potrebbero interessarti anche...