Lamezia Terme: ‘ndrangheta, fermato giovane reggente cosca Giampà

Associazione a delinquere di stampo mafioso e tentata estorsione. Per questo sono stati fermati, a Lamezia Terme, Antonio Giampà, 41 anni, e Gianluca Notarianni, di soli 20 anni, che raggiunge i suoi familiari, ormai tutti in carcere, e che è ritenuto essere il nuovo reggente della cosca dei Giampà, nonostante la sua giovane età. I due, secondo l’accusa, in più occasioni, avrebbero chiesto somme di denaro ai commercianti lametini, minacciandoli anche di voler utilizzare ordigni esplosivi se non avessero pagato. Le richieste, sempre preannunciate da furti e vari danneggiamenti, dovevano servire a foraggiare le famiglie dei numerosi affiliati al clan, finiti in carcere dopo gli arresti dei mesi scorsi. La pressione estorsiva della cosca era così pesante che aveva già indotto alcuni commercianti a decidere di abbandonare la loro attività. Con grave danno, ovviamente, per l’economia locale.

Potrebbero interessarti anche...