Catanzaro: ‘ndrangheta, a giudizio vertici del Credito Sammarinese

Quarantuno persone, tra cui i vertici del Credito Sammarinese, sono state rinviate a giudizio nell’inchiesta della Dda di Catanzaro “Decollo Ter”, contro la cosca della ‘ndrangheta dei Mancuso. L’inizio del processo e’ fissato per il 19 giugno 2013. Disposto anche il processo abbreviato per i 6 membri del consiglio d’amministrazione della banca, che iniziera’ il 10 maggio prossimo. L’inchiesta della Dda di Catanzaro ruota intorno ai depositi fatti nel Credito Sammarinese da Vincenzo Barbieri, il broker della droga, legato alla cosca Mancuso, ucciso a San Calogero nel marzo del 2011. L’accusa sostiene che il Credito Sammarinese aveva bisogno di denaro per superare l’attuale crisi economica ed aveva accettato i depositi fatti da Barbieri. In questo filone dell’inchiesta sono coinvolte dieci persone, tra cui l’ex presidente del Credito Sammarinese, Lucio Amati. Un secondo filone dell’inchiesta riguarda invece l’imposizione, da parte della ‘ndrangheta, di aziende “amiche” per il trasporto delle merci destinate ai centri di distribuzione della societa’ Lidl presenti in Calabria.

Potrebbero interessarti anche...