Catanzaro: Movimento 5 Stelle, “mandiamoli a casa adesso”


Una grande partecipazione popolare ha salutato, a Catanzaro, l’iniziativa del Movimento 5 Stelle “MandiamoliacasaAdesso”, promossa per sottolineare gli sprechi che, nel campo della sanità, caratterizzano tutta l’Italia e per manifestare anche contro il governo regionale calabrese. Durissimo Luigi Di Maio, Vice Presidente della Camera. Ma ci sono evidenze che la criminalità sia entrata nella gestione della sanità calabrese? Di Maio ha parlato anche delle nuove alleanze di governo, che vedono Verdini appoggiare Renzi. Un accenno anche alle sanzioni, forse un po’ troppo leggere, comminate per gli insulti sessisti rivolti alle senatrici del Movimento 5 Stelle. Infine, un parere sulla proposta del pagamento del canone Rai nella bolletta Enel. E passiamo all’altro volto noto del Movimento 5 Stelle presente a Catanzaro, Alessandro Di Battista. Di Battista ha confermato che non si candiderà come sindaco di Roma. E che a Roma il dramma adesso è la mafia. Poi un accenno alla battaglia condotta per far inibire il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, che per tre mesi non potrà effettuare nomine. Un nostro successo, dice Di Battista. I parlamentari del Movimento 5 Stelle sono anche concordi su una cosa: lo scontro nella sanità tra il presidente Oliverio e il commissario Scura è solo fittizio.

Potrebbero interessarti anche...