Catanzaro: maltempo, si lavora ancora sull’acquedotto


Le ripercussioni dell’ondata di maltempo che ha colpito la città di Catanzaro si faranno ancora sentire per molti giorni. In montagna si lavora alacremente per ricostruire le condutture dell’acqua potabile, che, in alcuni tratti, sono andate completamente distrutte. Come si vede da queste immagini, girate dalla Protezione Civile, buona parte della viabilità ordinaria, e anche delle strutture dell’acquedotto che serve Catanzaro, è stata distrutta da frane e smottamenti. Le immagini aeree restituiscono un paesaggio devastato, a soli pochi chilometri dal centro abitato. E si lavora senza soste, immersi nel fango, prima che arrivi, ancora una volta, la pioggia. In città, invece, sono di scena le polemiche. Il sindaco, Sergio Abramo, ha sospeso ancora le lezioni in tutte le scuole e le autobotti stanno tuttora rifornendo di acqua potabile alcune parti della città. L’erogazione è stata normalizzata, ma ancora i piani alti di diversi quartieri non ricevono il prezioso liquido e sono stati riforniti, con autobotti, i serbatoi di diversi condomini. Ed è qui che sono scattate le polemiche, perchè in molti si sono lamentati che sarebbero stati effettuati dei “favoritismi” nella fornitura dell’acqua. Il sindaco ha deciso pertanto di aprire, formalmente, un’inchiesta. E si cercherà di capire se alcuni palazzi siano stati avvantaggiati. E soprattutto perchè.

Potrebbero interessarti anche...