Catanzaro: iniziato il processo d’appello a Padre Fedele

E’ iniziato, a Catanzaro, il processo d’appello a Padre Fedele Bisceglia, l’ex frate francescano accusato di violenza sessuale ai danni di una suora. Il sostituto procuratore generale di Catanzaro, Raffaella Sforza, ha chiesto la conferma della condanna di primo grado a nove anni e tre mesi, per il religioso, e anche per il suo segretario, Antonio Gaudio, a sei anni e tre mesi. Ma Padre Fedele continua a professarsi innocente e si dichiara tranquillo. Anche il suo avvocato è fiducioso. La linea che sta tenendo la difesa è quella di dimostrare che la suora non sarebbe attendibile, visto che sarebbe coinvolta il altri tre episodi di violenza ad opera di ignoti. Nell’udienza, alla quale le telecamere non sono state ammesse, la difesa ha presentato una memoria di 289 pagine nella quale vengono introdotti nuovi elementi processuali, sostenendo anche che la fase investigativa è stata pessima e che ci sono state molte inadempienze ed omissioni. Adesso si ritornerà in aula il 3 dicembre. E probabilmente in quella data si avrà anche la sentenza.

Potrebbero interessarti anche...