Catanzaro: inchiesta Parco Romani, ci sono indagati eccellenti


Il Presidente degli industriali della Calabria, Giuseppe Speziali, l’ex presidente degli industriali di Catanzaro, Giuseppe Gatto, ed il presidente del consiglio d’amministrazione della societa’ Parco Commerciale Romani, Francesco Lacava, sono indagati per il reato di estorsione ai danni dell’imprenditore Gaetano Romani. E’ quanto emergerebbe da un provvedimento di sequestro che ha bloccato la somma di un 1.300.000 euro destinata alla societa’ Parco Romani. Nel provvedimento di sequestro si sostiene che Gatto, Speziali e Lacava, in concorso tra loro, avrebbero minacciato Romani, che fu poi costretto a firmare una permuta di immobili in modo da procurare un ingiusto profitto agli industriali per cinque milioni di euro. Anche l’ex sindaco di Catanzaro, Rosario Olivo, e’ indagato, per truffa e abuso d’ufficio, perche’, secondo la Procura della Repubblica del capoluogo calabrese, avrebbe istigato il dirigente del settore finanziario a rendere alcuni pareri di conformita’ economica riguardanti le deliberazioni del consiglio comunale. L’inchiesta sul Parco Commerciale Romani e’ stata avviata l’anno scorso e vede indagate dodici persone, accusate a vario titolo di truffa, falso, e abuso. Al centro dell’inchiesta c’e’ la realizzazione dell’ente Fiera e l’acquisto, da parte del Comune di Catanzaro attraverso la “Catanzaro Servizi”, di una parte del Parco Commerciale Romani.

Potrebbero interessarti anche...