Catanzaro: grido d’allarme dalla Fondazione Campanella


Un ennesimo grido di dolore per una situazione che è ormai prossima al collasso per mancanza di liquidità. Senza l’accreditamento definitivo, che si attende da mesi, l’azienda sanitaria provinciale non può sottoscrivere il contratto per l’acquisto delle prestazioni oncologiche. E mentre si parla della creazione di un polo oncologico a Crotone, quello perfettamente funzionante, finora, a Catanzaro, gestito dalla Fondazione Campanella, rischia di chiudere. Paradossi della politica, che tira a campare con promesse non mantenute. Intanto i dipendenti non vengono pagati da due mesi, anche se i servizi ai pazienti vengono ancora erogati. Ma non si sa fino a quando.

Potrebbero interessarti anche...