Catanzaro: ex assessore comunale condannata per concussione


Due anni e dieci mesi di reclusione e interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena: e’ questa la sentenza emessa dai giudici del Tribunale di Catanzaro nei confronti dell’ex assessore del Comune di Catanzaro nella giunta di centrodestra in carica fino al 2005, Caterina Laria, accusata di concussione. Il pm, Gerardo Dominijanni, nell’udienza del 20 aprile scorso, aveva chiesto una condanna a sei anni di reclusione, mentre il difensore, l’avv. Giancarlo Pittelli, aveva sollecitato l’assoluzione. Caterina Laria, che e’ attualmente candidata al consiglio comunale di Catanzaro con la lista ”Scopelliti Presidente”, era accusata di aver chiesto alla Fondazione ”Citta’ Solidale”, che si occupa di assistenza ai disabili, di effettuare l’assunzione di alcune persone da lei segnalate in cambio di una serie di provvedimenti amministrativi per un progetto comunale. Secondo quanto riferito dall’avv. Pittelli, la pena non va immediatamente in esecuzione e quindi Caterina Laria puo’ regolarmente candidarsi al Consiglio comunale di Catanzaro. La diretta interessata ha annunciato che non ritirera’ la sua candidatura.

Potrebbero interessarti anche...