Catanzaro: emergenza maltempo, si spala il fango

La fase dell’emergenza vera e proprio sembra essere passata, dopo le terribili giornate di pioggia incessante. Le scuole resteranno però chiuse per due giorni, a Catanzaro. E per le vie del centro si spala il fango. Si lavora come si puo’, mentre Comune, Provincia e Regione hanno chiesto lo stato di calamità naturale. I danni non sono stati ancora calcolati, ma si parla di qualche decina di milioni di euro. Le principali criticità riguardano l’intera area di Santa Maria, il quartiere Sala, via Corrado Alvaro, l’intera zona di Janò, già interessata in passato da diverse frane, e l’area di Germaneto, dove ci sono l’università e la sede della Protezione Civile. Gli abitanti si danno tutti da fare per ripulire strade e cortili. Ma si sentono abbandonati. La priorità resta sempre liberare le strade più importanti, perchè sennò, ironia della sorte, non possono arrivare neanche i soccorsi. E intanto le previsioni meteo non promettono nulla di buono.

Potrebbero interessarti anche...