Catanzaro: Dia, sequestrate strutture sanitarie nel cosentino


Tutto nasce da una vecchia vicenda di usura, che lo ha portato ad una condanna definitiva. Adesso la Dia ha sequestrato beni per 100 milioni di euro ad un noto imprenditore cosentino, Piero Citrigno, 61 anni, attualmente agli arresti domiciliari. Secondo la magistratura, esiste un forte divario tra i beni posseduti ed i redditi dichiarati da lui e dai suoi familiari. E così sono state sequestrate decine di aziende, operanti in diversi settori, e due note strutture sanitarie del cosentino.

Potrebbero interessarti anche...