Catanzaro: Commissari sanità bloccano assunzioni ospedale Cosenza


L’ufficio del Commissario per l’attuazione del piano di rientro dal deficit sanitario ha bloccato le assunzioni dei medici dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, decretata dal sindaco Mario Occhiuto, nei giorni scorsi, con un’apposita delibera urgente. Occhiuto aveva reagito duramente alla persistente situazione di carenza d’organico nel nosocomio cosentino, come denunciato dagli stessi medici, intimando alla Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza di provvedere al reclutamento di 4 medici per il Pronto Soccorso e 3 per il reparto di Anestesia e Rianimazione. Ora, però, l’ufficio del Commissario tira in ballo la Corte dei Conti e blocca l’iter. Con una nota firmata dai due sub commissari Bruno Zito e Luciano Pezzi, l’ufficio del Commissario invita l’Azienda “a procedere all’annullamento della deliberazione dandone formale comunicazione agli scriventi” e aggiungendo che “è già stata inviata una preliminare informazione alla Procura regionale della Corte dei Conti al fine di accertare l’eventuale responsabilità diretta e personale del dirigente che ha emanato l’atto”. Si aggiunge anche che “gli atti emanati e i contratti stipulati in violazione del blocco automatico del turn over sono nulli”. Proprio oggi, gli ospedali cosentini sono stati oggetto di un’ispezione dell’Ufficio del Commissario per l’attuazione del piano di rientro dal deficit sanitario. Alcuni funzionari, accompagnati da personale della Regione Calabria, hanno visionato documenti e ispezionato alcuni reparti. Visitate anche le strutture oggetto di lavori in corso e che sono in via di restauro, tra cui il reparto di oncologia dell’ospedale Mariano Santo. Annunciata anche la presentazione di una dettagliata relazione.

Potrebbero interessarti anche...