Catanzaro: CGIL, 21 treni soppressi in Calabria


Ancora tagli delle Ferrovie dello Stato in Calabria: dal 12 dicembre spariranno 21 treni a lunga percorrenza, con ripercussioni anche per Sicilia e Puglia. La denuncia è della Filt-Cgil, che paventa un vero rischio di isolamento per tutto il Mezzogiorno. Saranno soppressi tre Intercity Notte in partenza da Reggio Calabria per Milano, Roma e Torino. Ma anche molti treni in partenza da Crotone, Palermo e Siracusa. Un vero stillicidio, dice la Cgil, che comporterà l’impossibilità di viaggiare per molta gente che non può che utilizzare il treno. Inoltre ci sarà un’ovvia contrazione del personale occupato, con ripercussioni anche nei diversi comparti sociali. La Cgil stigmatizza le scelte delle Ferrovie e del Governo, che non interviene per evitare che aumentino le distanze fra la Calabria, il Mezzogiorno ed il resto del Paese. Secondo la Cgil, i tagli al settore ferroviario continueranno anche nei prossimi anni, marginalizzando sempre di più le aree deboli e privandole di qualsiasi prospettiva di sviluppo. Il sindacato invita ad una mobilitazione generale, che coinvolga le istituzioni regionali, i sindaci e la popolazione.

Potrebbero interessarti anche...