Catanzaro: Capodanno, giovane perde un occhio, in Calabria 22 feriti

Anche quest’anno non è stato un Capodanno senza incidenti, in Calabria: 22 persone, tra cui un ragazzo di dieci anni, sono rimaste ferite a causa dei botti e di proiettili vaganti. Il maggior numero di vitime si è registrato nelle province di Reggio Calabria (9 feriti) e Catanzaro (8 feriti). A Villa San Giovanni e Siderno tre persone sono rimaste lievemente ferite da colpi d’arma da fuoco, esplosi durante i festeggiamenti. Le loro condizioni non destano preoccupazione. Una donna di 60 anni, affacciata ad un balcone, è stata raggiunta da un proiettile vagante. In provincia di Catanzaro, due persone hanno anche subìto l’amputazione di una mano, mentre un venticinquenne del capoluogo calabrese ha perso un occhio. Altre cinque persone hanno subìto ferite lievi, con prognosi che vanno dai 7 ai 30 giorni. A Crotone un ragazzo di 10 anni è rimasto lievemente ferito ad una gamba da un proiettile vagante. A Vibo Valentia il bilancio è di tre feriti. Un uomo di Soriano ha subìto l’amputazione di un dito. In provincia di Cosenza viene segnalato un ferito non grave a Rossano. Nella città bruzia, nonostante il divieto di esplodere botti, in molti hanno, come di consueto, utilizzato i fuochi artificiali.

Potrebbero interessarti anche...