Catanzaro: aumentano imprese fallite, + 8’6% nel 2012

Nel 2012 il numero di imprese fallite in Calabria e’ aumentato dell’8,6% rispetto al 2011, in contrasto con la media registrata nel Mezzogiorno e nelle Isole (-0,4%) e con le dinamiche riscontrate in altre regioni meridionali come Campania (-7,7%), Basilicata (-3,7%), Puglia (-0,9%) e Sicilia (+1,7%). E’ quanto emerge dagli ultimi dati dell’Osservatorio su fallimenti, procedure e chiusure di imprese di Cerved Group. Secondo lo studio, tra le 10 province italiane a maggiore densita’ di fallimenti di societa’ di capitali verificatisi tra il 2009 e il 2012, tre sono in Calabria: la piu’ colpita nella regione e’ la provincia di Vibo Valentia (4,8%), che si colloca al quarto posto a livello nazionale dietro a Pordenone (5,9%), Teramo (5,3%) e Ancona (4,9%). Ma nella top ten delle province con la piu’ alta incidenza di fallimenti si piazzano, rispettivamente in ottava e nona posizione, anche Catanzaro (4,3%) e Crotone (4,2%). Secondo i dati di Cerved Group, negli ultimi tre anni, l’incidenza dei fallimenti di societa’ di capitali nella regione e’ stata del 3,2% sul totale nazionale, percentuale superiore alla media riscontrata nello stesso periodo nelle regioni meridionali e nelle Isole (2,6%).

Potrebbero interessarti anche...