Catanzaro: ASP, 140 denunciati per danni erariali

Centoquaranta persone, tra dipendenti e amministratori (tra i quali cinque direttori generali e tre commissari straordinari) dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza alla Corte dei conti per un danno erariale quantificato in 12 milioni di euro. L’inchiesta, denominata Alpi Catanzaresi, e’ stata avviata per verificare se, nel periodo tra il 1° gennaio 2004 e il 31 dicembre 2009, siano state poste in essere, da parte dell’Asp, eventuali irregolarita’ nella gestione delle Attivita’ Libero Professionale Intramurarie (in sigla Alpi) esercitata in forma esclusiva dai medici dipendenti all’interno delle strutture sanitarie dell’azienda. Dalle indagini e’ emerso che alcuni medici, disattendendo le normative in materia, pur non potendo esercitare l’attivita’ all’interno di strutture sanitarie private accreditate l’hanno di fatto esercitata. I finanzieri avrebbero rilevato la mancata istituzione del centro unico di prenotazione per l’ attivita’ intramuraria, con la possibilita’ di una gestione illegittima, ovvero in prima persona ed autonomamente, di prenotazioni e riscossioni delle tariffe, e l’inosservanza dell’obbligo di istituire una contabilita’ separata per l’Alpi. I danni complessivi arrecati sono stati valutati in 12.303.881,37 euro.

Potrebbero interessarti anche...