Catanzaro: arrestato un insospettabile killer


Omicidio premeditato: questa l’accusa contro Marco Gallo, 31 anni, incensurato di Falerna Marina, ritenuto l’assassino di Gregorio Mezzatesta, il cinquantenne ucciso il 24 giugno scorso a Catanzaro, mentre si stava recando sul posto di lavoro, alle Ferrovie della Calabria. A bordo di una moto, Gallo avrebbe seguito la vittima fino al luogo del delitto. Avrebbe aspettato che Mezzatesta uscisse dal bar della stazione e che rientrasse in auto, per poi ucciderlo con precisione chirurgica. Per arrivare a rintracciare il presunto assassino, i carabinieri hanno utilizzato diverse telecamere di videosorveglianza posizionate lungo il percorso seguito dal killer per raggiungere il capoluogo, ricostruendone ogni spostamento compiuto prima e dopo il delitto. Il killer è un perfetto tiratore. Ancora ignoto il movente del delitto. Ma la vittima era il fratello di Domenico Mezzatesta, accusato, insieme al figlio Giovanni, del duplice omicidio avvenuto il 19 gennaio del 2013 in un bar di Decollatura, dove furono assassinati Francesco Iannazzo e Giovanni Vescio. Un anno fa fu ucciso un penalista, Francesco Pagliuso, che era proprio il legale dei Mezzatesta. Le due vicende potrebbero anche essere collegate.

Potrebbero interessarti anche...