Catanzaro: 4 misure cautelari per gli appalti dell’elisoccorso


La guardia di finanza di Catanzaro, coordinata dalla locale procura, ha eseguito quattro misure cautelari nei confronti di un dirigente dell’Asp di Catanzaro, un dirigente della Regione Calabria e due manager di una società operante nel settore dell’elisoccorso. Sono tutti indagati per concorso in turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e sono stati posti agli arresti domiciliari. Contestualmente agli arresti sono state eseguite perquisizioni in Calabria, Lombardia e Veneto. La procura di Catanzaro ipotizza “accordi collusivi” tra gli indagati per alterare il contenuto del capitolato tecnico della gara d’appalto, del valore di oltre cento milioni di euro, per l’affidamento del servizio di elisoccorso sanitario in Calabria. Secondo l’accusa, sarebbe stato confezionato un “bando su misura in spregio dei principi di imparzialità dettati dal legislatore in materia di appalti”.

Potrebbero interessarti anche...