Castrovillari: perquisizioni a carico di dirigenti e consulenti di Calabria Verde


Agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno effettuato una serie di perquisizioni presso abitazioni ed uffici di diversi dirigenti e consulenti di Calabria Verde. Le attività d’indagine a carico dell’ente strumentale della Regione Calabria sono state disposte dalla Procura di Castrovillari. Le perquisizioni si sono svolte a Catanzaro, Cosenza, San Giovanni in Fiore, Luzzi, Amantea e Belmonte Calabro e hanno riguardato anche alcuni titolari di imprese impegnate nell’utilizzo del patrimonio boschivo. Il Corpo Forestale ha perquisito anche alcuni uffici della Regione Calabria. Acquisiti diversi atti e il contenuto di alcuni computer. Sono 9 le persone indagate, per concorso in truffa aggravata. Coinvolti anche Gaetano Pignanelli, capo di gabinetto della Regione, e Mario Caligiuri, capo struttura del Dipartimento Agricoltura. L’inchiesta riguarda il rilascio di una concessione per lo sfruttamento di un bosco di 1.300 ettari a Bocchigliero, senza procedura di evidenza pubblica. In particolare, gli indagati avrebbero attestato falsamente la quantità di legna presente nella località per eludere l’obbligo dell’evidenza pubblica, inducendo l’ente strumentale della regione a rilasciare in via diretta le concessioni. Tra il materiale sequestrato oggi ci sono anche tre pistole, di cui una con matricola abrasa. Le armi erano in uno dei locali perquisiti su disposizione della magistratura.

Potrebbero interessarti anche...