Castrovillari: in Procura gli atti dei Ris dei Carabinieri su Bergamini

Sono stati consegnati alla Procura di Castrovillari i risultati delle analisi dei Ris di Messina su quanto resta delle prove documentali della morte di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza che morì in circostanze misteriose nel novembre del 1989. Si pensò ad un suicidio: Bergamini, secondo quanto concluso dalla prima inchiesta, si gettò inspiegabilmente sotto le ruote di un camion, sulla Statale 106, nei pressi di Roseto Capo Spulico. Ma i familiari, supportati dai tanti tifosi del Cosenza, che adoravano il calciatore e che parteciparono in migliaia ai suoi funerali, non hanno mai creduto a questa tesi. La Procura di Castrovillari, a più di 20 anni di distanza, ha poi riaperto le indagini. Ora i Ris dei Carabinieri affermano che ci sono delle grandi incongruenze nella morte del giovane, che all’epoca aveva solo 27 anni. Il suo corpo non apparirebbe, dalle foto, come trascinato per decine di metri, come invece affermato all’epoca. E anche gli indumenti e i reperti conservati escluderebbero questa ipotesi. E ci sarebbe una nuova testimonianza. Ma allora, come e perchè è morto Denis Bergamini? Un mistero che forse si avvia ad una soluzione.

Potrebbero interessarti anche...