Castrovillari: finti corsi sanitari, arrestati in 6 dai Nas


I Carabinieri del Gruppo Tutela della Salute di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 6 persone, quattro imprenditori operanti nel settore degli istituti di formazione professionale, due residenti nell’hinterland cosentino e due nel napoletano, e due dipendenti dell’ASP di Cosenza, appartenenti ad un’associazione per delinquere che organizzava finti corsi per operatore socio sanitario attraverso una scuola professionale costituita ad hoc ad Altomonte, priva di accreditamento alla Regione Calabria. Gli allievi dell’istituto, allettati dalla prospettiva di un facile sbocco lavorativo, pagavano anche 2500 euro per frequentare evanescenti corsi teorico-pratici in cui veniva loro offerta una formazione professionale del tutto inadeguata, assai distante dagli standard previsti dalla legge. Al termine di questi percorsi formativi fittizi, gli indagati fornivano anticipatamente le soluzioni alle domande dei test degli esami finali, che erano svolti a Napoli, davanti alla commissione ufficiale della Regione Campania, ignara del reale percorso formativo dei corsisti, che non avevano mai visto una struttura sanitaria. Sequestrati, in tutta Italia, centinaia di titoli di studio OSS ottenuti illegalmente. Purtroppo, nell’inchiesta è finito anche il caso di un giovane che, capito di essere stato truffato e di aver perso 2500 euro, si è tolto la vita.

Potrebbero interessarti anche...