Castrolibero: ‘ndrangheta, il ricordo di Mario Dodaro


E’ la prima volta che la famiglia di Mario Dodaro si apre al territorio per ricordare l’imprenditore ucciso nel dicembre del 1982. E’ stata copiosa la partecipazione all’incontro animato anche dall’amaro umorismo di Annalisa Insardà. La figura dell’imprenditore è stata tratteggiata dal documentario curato da Luciana De Luca e realizzato con la collaborazione di Francesco Didona. Un filmato che ha suscitato molta emozione. Protagonisti gli amici e i conoscenti di Mario Dodaro. Ma anche la moglie Lisa e i figli Maria Gabriella, Francesco e Antonella. Annunciate nuove iniziative della fondazione intitolata a Mario Dodaro. Intanto il Comune di Castrolibero ha deciso di istituire una borsa di studio intitolata all’imprenditore scomparso. Ucciso perché si rifiutò di pagare il pizzo alla criminalità organizzata. Un omicidio rimasto impunito.

Potrebbero interessarti anche...