Cassano Ionio: ‘ndrangheta, ostacolarono arresto del boss, 4 arresti

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno arrestato quattro persone, accusate di avere cercato di impedire l’arresto del boss della ‘ndrangheta Celestino Abbruzzese, 65 anni. Il fatto è’ avvenuto il 6 agosto scorso in contrada Timpone Rosso di Cassano Ionio. Per favorire la fuga del boss, allora latitante, i quattro aggredirono i militari provocando anche delle lesioni ad alcuni di loro. Celestino Abbruzzese, capo della cosca degli “zingari” era stato arrestato nel 2009 per omicidio con l’aggravante del metodo mafioso e sottoposto al regime detentivo del 41 bis. Il 13 marzo era stato portato in ospedale, a Catanzaro, agli arresti domiciliari, per problemi di salute. Ma era evaso dopo 17 giorni. Poi è stato rintracciato a Cassano, proprio nel feudo della sua cosca. Al momento del suo arresto ci fu una vera e propria rissa. Gli arrestati, tutti noti pregiudicati, sono Leonardo Abbruzzese, 27 anni, Marco Abbruzzese, 31 anni, Salvatore Manieri, 37 anni, e Antonio Pavone, 27 anni. Sono accusati, a vario titolo, dei reati di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. I quattro arrestati sono stati portati nel carcere di Castrovillari.

Potrebbero interessarti anche...